SUZUKI SAVE THE GREEN: TUTTI INSIEME A PULIRE IL PIANETA

  • Per celebrare la Giornata Mondiale della Terra, che ricorre oggi, giovedì 22 aprile, Suzuki Italia ha coinvolto i suoi dipendenti nella bonifica di un’area adiacente alla sede di Robassomero, in provincia di Torino.
  • Suzuki ha invitato i suoi Concessionari a svolgere un’iniziativa similare, impegnandosi a bonificare una zona vicina alle rispettive sedi.

 

A meno di un mese dall’adesione alla campagna “M’illumino di meno”, che aveva portato Suzuki Italia e la sua rete di concessionari ufficiali Auto, Moto e Marine a tenere spente le luci lo scorso 26 marzo, la filiale nazionale della Casa di Hamamatsu è tornata sabato 17 aprile con i suoi Concessionari a compiere un gesto significativo a favore dell’ambiente. 

 

Per celebrare la Giornata Mondiale della Terra, che viene festeggiata oggi, giovedì 22 aprile, Suzuki Italia ha rilanciato l’annuale appuntamento “Suzuki Save The Green”, che prevede la bonifica di una zona specifica. Per il 2021 la scelta è caduta sull’area Industriale di Robassomero (TO), proprio quella in cui si trova la sede di Suzuki Italia. 

 

Il territorio sarà interessato nel prossimo futuro da un piano di riqualificazione e quindi l’Azienda ha deciso di giocare d’anticipo, dando una prova concreta di quanto abbia a cuore il decoro e la cura dell’ambiente in cui opera. Nella giornata di sabato una squadra di 100 dipendenti si è dunque data appuntamento per trascorrere una giornata diversa da quelle abituali. Armati di guanti, pinze telescopiche e sacchetti, i volontari Suzuki hanno raccolto rifiuti e masserizie varie, aiutati anche da alcuni lavoratori delle aziende limitrofe, che Suzuki ha sensibilizzato e coinvolto nell’iniziativa.

Nel corso della giornata sono state raccolte 2,7 tonnellate di rifiuti, subito rimossi dall’amministrazione comunale.

 

L’evento, che si è svolto nel pieno rispetto delle regole vigenti in tema di distanziamento e sotto la vigilanza della Polizia Locale, ha avuto la necessaria autorizzazione preventiva del Comune, che si è quindi fatto carico della rimozione del materiale raccolto.

Il progetto “Suzuki Save the Green” è attivo da 11 anni e ha portato nel tempo Suzuki e i suoi dipendenti a bonificare aree verdi e l’alveo di alcuni corsi d’acqua.

 

Try this at home with Suzuki 

Suzuki Italia ha spronato i suoi concessionari a sposare la causa “Suzuki Save The Green” riscuotendo un sincero apprezzamento e raccogliendo numerose adesioni.

Per sentirsi idealmente vicini ai colleghi della sede centrale, i Concessionari hanno pianificato un’attività simile e si sono impegnati a loro volta nella bonifica di una parte dei rispettivi territori, ripulendo a seconda dei casi le zone limitrofe agli showroom, parchi oppure sentieri.

I concessionari hanno voluto documentare i loro interventi sui social network, utilizzando gli hashtag #suzukisavethegreen #giornatadellaterra, #earthday2021, #suzukicleanoceanproject #trythisathomewithsuzuki.

 

 

Massima attenzione all’ambiente

 La campagna “Suzuki Save The Green” è solo una delle molteplici iniziative a favore dell’ambiente portate avanti da Suzuki e dalle sue filiali su scala mondiale.

Dal 2011 la Casa madre è attiva nell’ambito di Clean-up the World. Questa campagna ha fino a oggi visto impegnate oltre 8.000 persone, desiderose di contribuire a migliorare la salute dei mari. Il progetto, che da quest’anno è sotto il cappello della nuova campagna Suzuki Clean Ocean Project, volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del rispetto per l’ambiente, è stato riconosciuto anche dal Ministero dell’Ambiente giapponese nel contesto della “Plastic Smart Campaign”.

 

Alla ricerca di nuove soluzioni per la salvaguardia dell’ecosistema marino, Suzuki ha presentato recentemente l’innovativo sistema Micro-Plastic Collector. Questa tecnologia esclusiva permette la raccolta delle micro plastiche presenti in dispersione nell’acqua attraverso il filtraggio dell’acqua di raffreddamento dei fuoribordo 

 

Per quanto riguarda invece il comparto automotive, l’attenzione all’ambiente da parte di Suzuki si concretizza in una filosofia industriale unica, che porta la Casa di Hamamatsu a essere all’avanguardia nel downsizing e nell’ibridazione. Lo slogan “Small cars for a big future”, “piccole auto per un grande futuro”, prende forma in una gamma di modelli che si distingue per compattezza e leggerezza rispetto alla media, capace di abbinare in modo unico essenzialità e qualità della vita a bordo.

 

Queste scelte costruttive consentono a Suzuki di utilizzare processi industriali più efficienti dal punto di vista energetico e di impiegare meno materie prime, per costruire auto dai consumi e dalle emissioni contenuti e che saranno poi più facili da smaltire alla fine del loro ciclo di vita.

 

Le altre iniziative green del 2021

L’impegno green di Suzuki Italia e della sua rete di concessionari a favore dell’ambiente proseguirà quest’anno con altre iniziative. Nei prossimi mesi sono infatti in programma tre ulteriori eventi che coinvolgeranno in vari modi Suzuki e le realtà che rappresentano il marchio sul territorio nazionale. L’appuntamento è ora fissato per il prossimo 3 giugno, in occasione della Giornata Mondiale della Bicicletta, mentre nel weekend del 20 e del 21 novembre cadranno nell’ordine la Giornata Mondiale dei Diritti del Bambini e la Giornata Mondiale degli Alberi.

 

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909

Suzuki Motor Corporation è un costruttore di automobili, motocicli e motori fuoribordo. Nel settore automobilistico Suzuki è all’8° posto nella classifica mondiale delle vendite (fonte JATO), con 3 milioni di vetture prodotte all’anno, ed è leader sul mercato giapponese nei segmenti Keicar e Passenger car. 

 

Suzuki nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio Suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili.

 

Nel 1920, il laboratorio Suzuki Loom Works diventa Suzuki Loom Manufacturing Co. e nel 1952 viene introdotta la prima bicicletta motorizzata, la Power Free.

 

Nel 1954 Suzuki diventa Suzuki Motor Corporation Ltd. e nel 1955 nasce Suzulight, la prima automobile, seguita nel 1965 dal primo motore fuoribordo, il D55, nel 1970 da Jimny LJ10, il primo 4x4 e, nello stesso anno, dal mini MPV Carry L40V, 100% elettrico.

 

Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita puntando su tecnologia, affidabilità, design e innovazione.